Come assumere la valeriana in gravidanza

Come assumere la valeriana in gravidanza

La valeriana è una pianta dalle proprietà rilassanti e calmanti in grado di alleviare stati ansiosi lievi, attacchi di panico leggeri, irrequietezza e insonnia. Può essere impiegata senza problemi perché gli effetti collaterali sono quasi nulli se usata al naturale.

Nello specifico i disturbi del sonno sono una disfunzione comune a molte persone nella società contemporanea una sintomatologia che può nascere anche nelle donne in gravidanza. Anche se prima di essere in dolce attesa l’assunzione di valeriana era un appuntamento fisso, adesso per non rischiare che faccia male bisogna consultare il parere del proprio medico o del ginecologo.

Infatti, gli integratori a base di valeriana sono in grado di attraversare la placenta e quindi possono essere assorbiti dal feto. Attualmente la valeriana in gravidanza non è del tutto sconsigliata, non perché faccia male, ma perché non ci sono abbastanza studi sugli effetti che ha sul feto.

Dato che non è stato possibile avere risultati e non c’è nessun trial medico per conoscere gli effetti sul feto in crescita è bene sempre confrontarsi con il proprio medico curante se si può assumere la valeriana durante una gravidanza. Ovviamente una sostanza naturale è certamente consigliata all’assunzione di prodotti chimici e quindi magari è buona norma ricevere il parere di un ginecologo.

Alcuni prodotti consigliati a base di valeriana

In questa tabella è possibile trovare alcuni prodotti a base di valeriana con i relativi produttori.

ProduttoreBenefici
EquilibraÈ un integratore alimentare tutto italiano ed è acquistabile in comode capsule semplici da deglutire. Queste speciali capsule inoltre se si hanno delle difficoltà con l’assunzione possono essere aperte e sciolte tranquillamente in acqua.

Il componente principale è di certo la radice di valeriana officinalis che supporta la diminuzione lo stress, semplifica la fase dell’addormentamento e aiuta a rilassarsi. L’integratore alimentare è senza ingredienti di origine animale e quindi può essere integrato da chi ha scelto di seguire un’alimentazione vegana o vegetariana.

Il prodotto a base di valeriana tra gli altri plus risulta privo di glutine e lattosio quindi ideale anche per chi soffre di intolleranze.

ValdespertOnline è possibile trovare vari formati di integratori alimentari a base di valeriana: gocce, compresse, caramelle oppure in formato gocce.

Questo prodotto è particolarmente consigliato per supportare la fase dell’addormentamento ma anche un valido alleato contro la sindrome del jet lag.

La società produttrice garantisce ottimi risultati proprio per essere in grado di contrastare gli effetti del jet lag che colpisce soprattutto chi viaggia molto per lavoro in aereo oppure proprio gli assistenti di volo. Per la dose giornaliera l’azienda indica l’assunzione di 20 gocce prima di andare a letto.

Invece, per evitare i sintomi della sindrome da jet lag allora bisogna cominciare ad assumere 0,5 mg l’integratore il giorno prima della partenza e poi proseguire incrementando il dosaggio per qualche giorno dopo l’arrivo.

I componenti essenziali di questo integratore alimentare sono:

  • estratto di luppolo
  • radice di valeriana
  • melatonina
NaturalmaÈ un integratore alimentare sotto forma di tintura madre pure al 100%. Questo prodotto è vegano al 100% e non prevede l’utilizzo di alcool e senza l’aggiunta di zuccheri.
Marco VitiAcquistabile in confezioni da 30 compresse,  ognuna continente 300g di Valeriana.

I componenti fondamentali  sono: radice di valeriana estratta a secco, calcio fosfato, cellulosa microcristallina, magnesio stearato, silice colloidale, polietilenglicole, maltodestrine, mono e digliceridi degli acidi grassi, idrossipropilmetilcellulosa, sodio carbossimetilcellulosa, acido stearico, biossido di titanio, aroma, E141.

L’azienda consiglia l’assunzione di 1 compressa prima di coricarsi in associazione ad un bicchiere d’acqua.

Questo prodotto è soprattutto consigliato per dare sollievo dai disturbi del sonno o come antidolorifico naturale in caso di mal di testa, cefalea, emicrania, difficoltà a concentrarsi, mal di occhi e mal di denti.

Può essere assunto anche in caso di stress, agitazione o durante un attacco di panico molto forte. Questo perché il principio attivo della valeriana forte è a rilascio rapido, quindi farà effetto dopo poco tempo.

 

Come combattere i problemi correlati alla sfera psicologia ed emotiva con la valeriana

La valeriana è una pianta impiegata da sempre per combattere i problemi correlati alla sfera psicologia ed emotiva ma anche per dare sollievo da sintomi di natura fisica. Per le donne la valeriana è consigliata anche per alleviare i dolori mestruali, una serie di sintomi che possono ledere molto i giorni delle donne una volta al mese e anche durante la fase premestruale.

Ovviamente un integratore alimentare del tutto naturale e senza componenti chimici è da preferire in modo da poter assumere solo i benefici della pianta di valeriana ed evitare altri elementi probabilmente dannosi.

La valeriana in gravidanza potrebbe essere integrata senza problemi purché ci sia il via libera del proprio medico che è a conoscenza della storia clinica di ogni paziente. Per l’utilizzo di valeriana durante la gravidanza possono potenzialmente insorgere degli effetti collaterali ma non sono del tutto chiari quali siano dato che non ci sono studi al riguardo.

valeriana durante una gravidanza

Online è possibile acquistare integratori a base di valeriana in diversi formati: compresse, gocce, capsule o fiale. Non è differente l’effetto tra i vari formati acquistabili, ma è molto importante la concentrazione di valeriana nel prodotto. E’ quindi consigliabile assumere integratori con un più altro concentrato per ottenere un risultato migliore.

Questo prodotto viene anche consigliato dai medici per contrastare problemi dell’apparato gastrointestinale poiché ha anche un’azione antispastica utile in particolar modo nei casi di malesseri intestinali   e crampi addominali.

Riguardo l’assunzione di valeriana è molto importante seguire il bugiardino di ogni prodotto, in generale si consiglia l’assunzione di una compressa o capsula di valeriana circa 30 minuti prima di andare a letto. E’ anche importante ricordare che il dosaggio massimo è di 500 mg al giorno.

La valeriana è anche possibile assumerla sotto forma di tisana rilassante da bere, questo potrebbe essere sicuramente un rimedio in caso di insonnia durante una gravidanza. Per preparare la tisana è necessario utilizzare un bollitore con 250ml di acqua circa e lasciare la tisana in infusione per almeno 10 minuti.

Purtroppo però è anche importante ricordare che la valeriana ha un gusto non amato da molti poiché presenta un sapore molto amaro, questo è possibile notarlo anche all’apertura del barattolo dell’integratore. Sarà possibile sentire questo gusto sicuramente poco piacevole.

Le tisane rilassanti a base di valeriana

Le tisane per dormire sono una valida alternative naturale ai classici sonniferi. Infatti, addormentarsi può essere una delle funzioni basilari per il nostro corpo, quando è sera basta mettersi il pigiama, rimboccare le coperte e lasciarsi coccolare nella braccia di morfeo.

Per molte persone non è una cosa così scontata e la difficoltà ad addormentarsi risulta più frequente di quanto si creda. Questi sintomi spesso coinvolgono anche i bambini in preadolescenza, infatti, non è rara la difficoltà ad addormentarsi nei bambini di 10 anni; esistono quindi anche le tisane per bambini che favoriscono il sonno.

valeriana in gravidanza, come assumerla

Questo può essere causato da diversi fattori, una di questo può essere il pisolino pomeridiano oppure da problemi familiari che comportano stress e ansia.

Mentre negli adulti la difficoltà ad addormentarsi ha diverse cause: stress e depressione, cattiva alimentazione, apnee notturne, sindrome delle gambe senza riposo, cattive abitudini e ambiente rumoroso. Quindi una valida soluzione naturale è assumere una tisana a base di valeriana.

Tra i consigli da poter seguire durante la giornata: creare una routine quanto più regolare possibile, evitare le luci blu di pc, tablet e tv, godere della luce del sole, intraprendere attività rilassanti come lo yoga e la meditazione, infine provare con la fitoterapia.

Una categoria particolarmente colpita dai disturbi del sonno sono le donne in dolce attesa. Infatti, lo sbalzo ormonale, la crescita del feto e tantissimi altri fattori sono le principali cause dell’insonnia in gravidanza.

I problemi di insonnia nei primi tre mesi di gestazione possono colpire fino all’80% delle donne perché si affrontano in una serie di difficoltà fisiche, psicologiche e metaboliche che influiscono sul sonno.

Assumere tisane per aiutare il sonno potrebbe essere una valida soluzione per far fronte ai disturbi del sonno in gravidanza.

Articoli correlati
Cos'è l'acne e come curarlo

Cos’è l’acne e come curarlo

L’acne è una condizione che colpisce moltissime persone in tutto il mondo, infastidendo chi ne soffre e anche provocandogli un certo imbarazzo. Quando si parla