Benefici del camminare su corpo e mente

camminare spesso

Fare attività fisica è di certo una delle pratiche che più fa mantenere in forma il fisico. Non tutti i soggetti però sono predisposti ad un’attività fisica che comporti degli enormi sforzi e sedute intense di allenamento.

Una delle pratiche più amate dal grande pubblico è sicuramente la camminata. Infatti camminare spesso non solo è un’attività fisica che non richiede particolari sforzi ma comporta anche tantissimi benefici.

Certo per vedere i risultati è necessaria comunque una buona dose di costanza e dato che consiste in un movimento abbastanza ripetitivo si corre il rischio di annoiarsi.

La camminata è tra le attività che non richiedono particolari sforzi e soprattutto non comporta controindicazioni. Camminare tra l’altro è tra le pratiche più consigliate dai nutrizionisti e dietologi.

Inoltre camminare spesso è anche una buona pratica da attuare come workout post parto. Tra i benefici di camminare c’è sicuramente quello economico poiché non necessità di nessuna attrezzatura specifica.

Infatti, per la camminata basterà semplicemente avere delle scarpe da ginnastica idonee, nello specifico quelle da running realizzate proprio per questo tipo di sport, e un abbigliamento sportivo che si adatti alle temperature del luogo. La camminata veloce inoltre aiuta la perdita di peso a patto che sia effettuato con un ritmo costante e sostenuto.

Migliora la frequenza cardiaca e l’apparato cardiocircolatorio. Infatti una camminata troppo lenta potrebbe non avere effetto sui risultati desiderati.

Un piccolo consiglio e quello di verificare se si riesce a portare avanti una conversazione. Se la conversazione continua senza problemi allora bisogna intensificare la camminata fino al punto di sentire un leggero affaticamento nel fiato.

L’interval Walking

Camminare spesso è una delle pratiche più utilizzate per mantenersi in forma. Ma camminare potrebbe risultare noioso dopo un po’ poiché comporta movimenti regolari.

Per poter evitare la noia si potrebbe passare ad un livello superiore e iniziare a praticare l’Interval Walking un’alternativa per chi ha deciso di camminare spesso. Come si può intendere dal nome è una camminata ad intervalli che prevede l’alternanza del ritmo di quanto si cammina.

Infatti lo scopo è quello di alternare al classico ritmo della camminata intervalli in cui si aumenta la frequenza con un’accelerazione o con brevi sprint. Quindi durante l’allenamento si inizia con il classico ritmo con cui si è abituati a camminare e ogni 30 secondo o ogni 2 minuti si aumenta la camminata.

principali benefici del camminare

Importante in questo esercizio è tornare sempre alla stessa velocità di partenza. Il percorso può essere eseguito sia sul tapis roulant o all’aperto, necessario è però un orologio per poter gestire gli intervalli.

L’accelerazione da mantenere durante la fase più attiva dipende dal tipo di preparazione atletica. I benefici di praticare l’Interval Walking sono notevoli:

  • facilita il dimagrimento: camminare spesso infatti è uno dei modo più consigliati per poter perdere dei chili in eccesso e praticando l’Interval Walking si è in grado di bruciare circa il 20% di calorie in più rispetto a camminare in maniera moderata, infatti recenti studi hanno dimostrato che in 40 minuti si brucia l’equivalente di 1 ora di camminata a ritmo lento e costante;
    poco rischio di infortuni: a differnza con la corsa che è un allenamento ad alto impatto, questo tipo di camminata ad intervalli è a basso impatto il che fa di questo tipo di esercizio un’ottima alternativa per per incrementare l’intensità della camminata senza incorrere in lesioni.
  • adatto a qualsiasi tipo di persone: questo tipo di allenamento è ideali per qualsiasi fascia d’età poiché supporta la mobilità, migliora la resistenza ed equilibra la pressione sanguigna;
  • rende diverso l’allenamento: l’Interval Walking rende meno noioso il classico camminare quotidiano portando l’allenamento ad uno step successivo e mantenendo alta la motivazione.

Camminare spesso fa dimagrire

Dunque camminare è tra le attività motorie che aiutano a perdere peso senza particolari sforzi. Però non per tutti gli individui la stessa intensità fa perdere o consumare lo stesso numero di calorie.

Infatti, perdere peso con la camminata dipende da diversi fattori quali età, peso, tipologia di terreno, sesso e temperatura esterna o interna. L’effettiva perdita di peso però avviene sicuramente superando l’ora di attività dove appunto si iniziano a bruciare le calorie.

Un esperimento ha dimostrato come in media camminare velocemente aiuti a perdere il 10% del proprio peso corporeo. Ovviamente l’attività deve essere intrapresa di pari passo con una sana e corretta alimentazione.

Per variare la classica camminata si può effettuare la camminata in acqua che aumenta il numero di calorie bruciate. i benefici apportati dal camminare spesso e quotidianamente sono:

  • riduzione della pressione sanguigna;
  • riduce il rischio di malattie cardiache e diabete di tipo 2;
  • riduzione del colesterolo LDL;
  • incremento del colesterolo HDL;
  • umore positivo;
  • miglioramento della qualità della vita.

Benefici che apporta una camminata mattutina

Iniziare la giornata facendo sport è tra i migliori modi per poter attivare mente e corpo. La camminata nello specifico può essere effettuata tranquillamente in casa con un tapis roulant oppure all’aperto.

Se invece gli impegni sono tanti è bene ritagliarsi del tempo destinato proprio al benessere del proprio corpo. Tra i benefici che apporta all’organismo iniziare a camminare la mattina troviamo di certo quello di aumentare l’energia, infatti diversi studi hanno dimostrato come 20 minuti di camminata al giorno siano in grado di dare energia al corpo da poter spendere tutta la giornata.

Migliore l’umore, si proprio così, pare che ci siano dei benefit anche psicologici come ad esempio migliora l’autostima e aiuta a diminuire stress e ansie. Sempre correlati ai benefit psicologici ci sono quelli che migliorano la lucidità mentale e la capacità di attenzione.

Un’altra valida motivazione per camminare la mattina risiede nella gestione del tempo, infatti il resto della giornata sarà libero in moda da dedicarlo al lavoro o a qualche hobby. Altro plus come già visto in precedenza è quello della perdita di peso e quello di ridurre malattie cardiovascolari.

Inoltre aiuta a rafforzare la muscolatura delle gambe e dei glutei. Infine migliora la qualità del sonno e aiuta a fare scelte salutare durante la giornata.

Come non annoiarsi con la camminata e avere maggiori benefici

Se dopo un po’ di tempo camminare spesso allo stesso ritmo diventa un’attività noiosa è bene intervallare la corsa con vari esercizi oppure trovare delle valide alternative. Oltre all’interval walking ci sono varie alternative da poter intraprendere per non annoiarsi.

Una delle alternative può essere quella della camminata in salita, facile soprattutto da intraprendere con il tapis roulant grazie alle impostazioni di base dello strumento. Per ottenere maggiori benefici si possono anche aggiungere degli esercizi di rafforzamento come gli affondi ambulanti, gli affondi laterali e gli jump squat.

Alcune ricerche hanno dimostrato come la camminata veloce possa far dimagrire circa 10 chili in 20 settimane. Il segreto è avere uno stile di vita sano ed equilibrato con una dieta studiata su ogni specifico oggetto.

Per chi è alle prime armi l’ideale sarebbe iniziare a camminare 3 volte a settimana per almeno 20 minuti con lo scopo di incrementare i minuti ogni settimana. L’ideale sarebbe quello di camminare 5 volte a settimana.

Ovviamente l’aumento di minuti per ogni settimana dipenderà dall’età: un individuo di 20 anni potrà incrementare ogni settimana di 20 minuti un adulto di 40 anni invece sarà in grado di aumentare ogni settimana di 12 minuti. Le calorie iniziano a bruciare se si cammina ad un ritmo di 6,5 km/h e dipenderà dal peso attuale di ogni individuo.

In ogni caso il consiglio è quello di essere costanti e di non fermarsi, di mantenere degli obiettivi e di avere un passo costante magari con l’aiuto di musica o di un audiolibro.

Articoli correlati