Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Caffè e sciatica: fa bene o male alla salute?

Sciatica se si prende caffe

Ebbene sembra che il consumo eccessivo di caffè sia collegato sia ai problemi di sciatalgia che il mal di schiena. I risultati di alcuni studi lo provano. Da tempo è chiaro come un equilibrato stile di vita e una dieta sana e variegata sia indispensabile per poter godere di buona salute e tra i disturbi che possono essere prevenuti ecco la sciatalgia. Ovviamente questo è possibile anche perchè una dieta sana potrebbe prevenire il sovrappeso che mette a dura prova il fisico di chiunque.

Caffeina, alcool e farmaci sono dei notevoli fattori di rischio, insieme alla vita sedentaria e alla scarsa cura che si ha del proprio corpo. Le cattive abitudini influiscono in maniera notevole sul benessere dell’individuo, non sono certo, cause dirette del mal di schiena e delle infiammazioni muscolari, ma possono essere delle ciò che crea un terreno fertile per esse.

La sciatalgia

Si parla comunemente di sciatica quando ci si riferisce all’infiammazione del nervo sciatico. Essa è subito riconoscibile per via di un dolore che può essere più o meno fastidioso lungo tutto il nervo su citato.

Quest’ultimo si compone da una serie di fibre che iniziano dalla zona finale della schiena e si allungano fino a quelli che sono gli arti inferiori. Il fastidio però, influisce anche sul bacino. 

In linea generale, quando si presenta tale problematica, ciò che si avverte è una netta debolezza muscolare, formicolio, difficoltà nel muoversi e infine una sorta di intorpidimento. Quando si manifesta la sciatica, vuol dire che il nervo è stato schiacciato, forse sono presenti o uno sperone osseo ovvero un’ernia del disco che può essere causa di questa infiammazione.

sciatica e caffe

In particolare l’ernia del disco è una causa molto comune tra le persone più giovani, mentre diverso è il discorso per coloro che sono avanti con gli anni. In buona parte dei casi è possibile che ci siano dei processi artrosici che colpiscono la colonna vertebrale ed ecco che si presenta la sciatalgia. Se queste sono le possibili cause a livello scientifico di quelle che possono essere le determinanti del fastidio, ulteriori studi hanno evidenziato come, anche lo stile di vita influisce sul benessere del soggetto.

Sono più esposti al rischio di sciatalgia, coloro che sono in sovrappeso, ecco per quale motivo gli esperti raccomandano una dieta sana e variegata, oltre all’eliminazione dei chili di troppo. Altra possibile causa, la postura scorretta, da correggere con della ginnastica postulare .

Inoltre il fumo che agisce sul benessere dei polmoni e sulla circolazione del sangue andando ad intaccare la salute della colonna vertebrale del soggetto. Altre possibili cause di sciatalgia sono gli sforzi eccessivi e protratti nel tempo, soprattutto quando si fanno dei movimenti sbagliati, l’età che avanza e l’assenza di esercizio fisico, il quale porta il corpo a sviluppare una serie di non indifferenti problematiche.

Le abitudini alimentari

Il benessere economico diffuso ha fatto in modo che le abitudini alimentari di ognuno cambiassero nel tempo e quindi subissero delle modificazioni profonde. Si è in un mondo consumista e questo il popolo italiano lo sa bene, soprattutto per quello che riguarda le classi lavoratrici.

Insomma sembra che l’abbondanza a tavola possa essere una sorta di segnale di un certo benessere sociale raggiunto. Quindi poter rimpinzare i propri figli con tutto ciò che vogliono sembra essere divenuto un indice di benessere.

Tutto questo però invece di portare alla coscienza del mangiar bene, non ha fatto altro che aprire la strada a dei prodotti industriali, poco salutari, anche se semplici da consumare. In passato invece, quando vi era una diffusa ristrettezza economica, si consumavano zuppe, verdure e cereali, mentre i pasti con più porte e maggiormente calorici erano lasciati per i fiori di festa.

Adesso pasti di questo genere sono un’abitudine di tutti i giorni e proprio questo nuocerebbe alla salute degli individuo. Si è assistito a un aumento del consumo di carne e di grassi di origine animale.

In questo modo, all’apparenza banale, si sono diffuse delle sbagliate abitudini alimentari, estremamente negative per la salute di chiunque. Insomma, quelle che sembrano avere la meglio a tavola, sembrano essere una serie di cattive abitudini che innanzitutto possono potate al sovrappeso e all’obesità (possibili cause, come visto, della sciatica), ma anche problematiche cardiovascolari, aumento del colesterolo.

Quindi, l’orgasmo si trova in una situazione di squilibrio continuo, in cui tutto il corpo ne risente e sono possibili, in questo modo, una serie di problematiche fastidiose da affrontare, come appunto la sciatica.

Come influisce la caffeina

La caffeina è un farmaco e proprio per questo motivo il suo consumo non è semplice come si possa pensare. Per comprendere in che modo il caffè possa essere considerato un farmaco, occorre pensare che quando si consuma, si riconosce di aver bisogno di un certo carico di energia e per questo si beve caffè.

Ecco per quale motivo, occorrerebbe seguire una sorta di posologia per la sua assunzione. Chi, ad esempio, pensa di averne bisogno, non dovrebbe consumare più di 2 tazzine al giorno di caffè, per evitare agitazione, nervosismo e anche insonnia.

Si parla di caffè in maniera specifica, ma occorre sottolineare come, ci sono alcune bevande di utilizzo comune che al loro interno hanno caffeina, un valido esempio è la coca cola. Anche in questo caso, limitarne il consumo si rivela indispensabile per il benessere dell’organismo.

Caffè e sciatica

Quando si utilizza il caffè come energetico, è perchè sembra essere chiaro che vi è una netta carenza nel proprio stile di vita. Ma alcuni studi specifici a riguarda hanno evidenziato come un consumo di caffè in maniera eccessiva, vada ad aumentare l’incidenza del mal di schiena.

Gli studi hanno evidenziato come i pazienti che consumano più caffè, soffrono in maggior percentuale di mal di schiena cronico. La caffeina aumenta l’ansia ed eccita in maniera eccessiva il sistema nervoso divenendo causa di insonnia. 

Quello che risulta aumentato è la percentuale di calcio nelle urine, che provoca l’evoluzione volte dell’osteoporosi.  Peggiori sono gli effetti nel caso in cui alla caffeina si abbina la nicotina, un mix questo che riduce la tolleranza al dolore e per questo fa avvertire maggiormente il mal di schiena.

Insomma, chi consuma più di 6 tazzine di caffè, spesso presenta mal di schiena cronico e non di rado non risponde al trattamento specifico. Questo porta ad un aumento della sensazione di mal di schiena, almeno fino a quando non ci si rende conto del proprio errato comportamento e si decide di intervenire per correggerlo.

Poco caffè e buon riposo

Quindi il primo modo di combattere la sciatica è quello di diminuire in maniera drastica il consumo di caffè quotidiano, o meglio di caffeina, se si pensa anche a tutte le bibite e i cibi che ne possono contenere. Ma anche il buon riposo è importante per la salute.

Il buon cibo e l’attività fisica non bastano se non sono abbinati al relax e al riposo in quantità e in qualità corretta. Le ore di sonno che i professionisti raccomandano sono tra le 8 e le 10, anche se per alcuni già 5 ore di sonno sono un vero traguardo.

Per poter migliorare la qualità del proprio riposo è possibile intervenire sulle proprie abitudini in maniera efficace. Innanzitutto si consiglia di adottare una certa regolarità negli orari.

Avere delle abitudini non è questione di monotonia, ma di benessere. Riuscire ad andare a dormire sempre alla stessa ora e svegliarsi sempre alla stessa ora è molto più importante di quello he possa pensare.

Abitudini queste, che dovrebbero essere mantenute anche nel fine settimana. Tornado alla caffeina, non dovrebbe essere assunta dopo le 14, quindi niente caffè dopo cena, considerando che la caffeina resta in circolo per ben 6 ore.

Inoltre occorre limitare il consumo di caffè a un quantitativo non superiore ai 300 mg al giorno. Altro elemento importante per il buon riposo è la temperatura a cui si riposa, meglio se tra i 20 e i 25 gradi.

Quella indicata è una temperatura ideale, che permette di riposare bene. Evitare poi l0uso del proprio cellulare, la luce dello schermo per il cervello simula quella del giorno e riduce il consumo di melatonina, ormone che viene prodotto solo quando è buio completo.

Infine, prima di utilizzare i farmaci, si consiglia di prendere in considerazione altre soluzioni che possono essere comunque efficaci.

Sana alimentazione e attività fisica

Questi sono gli elementi che permettono di evitare la sciatica. Innanzitutto, come detto in precedenza, si consiglia di evitare di esagerare con la caffeina.

Ovviamente non può essere sufficiente, ecco per quale motivo occorre anche essere in grado di seguire una sana e corretta alimentazione, non troppo grassa e che comunque eviti i cibi eccitanti, soprattutto poco prima di andare a dormire. Quindi si consiglia anche di svolgere attività fisica in maniera costante, tutti i giorni, questo permette di smaltire le tossine e quindi, riuscire a riposare meglio durante la notte.

Infine, per evitare il più possibile il dolore alla schiena e problemi alla sciatica, si consiglia di adottare i consiglio offerti in precedenza per riuscire a riposare meglio. Evitare il dolore alla sciatica è quindi una sorta di puzzle, in cui, solo mettendo i pezzi insieme, si riesce a prevenire il dolore e il fastidio.

Articoli correlati