Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Come misurare il colesterolo a casa

come micurare il colesterolo in casa

Il colesterolo è una molecola che si trova nel sangue. Essa è lipidica ed d’importante tenerne sotto controllo un suo eventuale aumento in quanto fattore di rischio cardiovascolare.

Il corpo umano è una macchina pressapoco perfetta, fino a quando tutti i valori delle molecole al suo interno riescono a mantenere un valore ottimale. Ad oggi i valori del colesterolo che sono ritenuti corretti, si assestano tutti intorno ai 120 – 200 mg/dl.

Sottoporsi a degli esami periodici che siano in grado di tenere sotto controllo tale valore è indispensabile per salvaguardare il benessere dell’individuo anche considerando che una loro eventuale anomalia si presenta in maniera asintomatica. Si tratta semplicemente di prevenzione che ad oggi, grazie a dei moderni macchinari è possibile effettuare anche a casa in maniera molto semplice.

Gli apparecchi da utilizzare per la misurazione del colesterolo sono acquistabili in farmacia e per tutti coloro che hanno una predisposizione all’innalzamento del valore di tale molecola, si rivelano indispensabili. Ecco i valori:

ParametriValori normali
Colesterolo totale < 200 mg/dl
Colesterolo LDL< 100 mg/dl
Colesterolo HDL > 50 mg/dl

Cos’è il colesterolo

Il colesterolo viene prodotto dal corpo, ma è anche apportato dall’esterno grazie all’alimentazione. Si tratta di molecole di grasso, che sono presenti nel sangue e che possono anche svolgere dei ruoli fondamentali all’interno dell’organismo. 

In effetti le particelle di colesterolo sono coinvolte innanzitutto nella produzione di vitamina C, che tutti sanno essere indispensabile per il corretto funzionamento del sistema immunitario e anche di alcuni ormoni come il testosterone. È l’apparato circolatorio ad essere il responsabile della distribuzione del colesterolo in tutto il corpo.

Quando il metabolismo dei grassi risulta essere particolarmente alterato, il colesterolo, che si ricorda essere una molecola non idrosolubile, tende a depositarsi sulle pareti dei vasi sanguini. Nel caso in cui tale molecola raggiungesse valori eccessivi essa sarebbe in grado di impedire la corretta circolazione del sangue e nel peggiore dei casi, addirittura di bloccarla del tutto.

Questo è il motivo principale per cui, tenere a bada il suo valore all’interno del corpo umano è indispensabile, evitando che vi sia un quantitativo eccessivo di grasso nel sangue. Procedere alla misurazione del colesterolo periodicamente grazie agli esami del sangue, ma anche a casa, in piena autonomia, vuol dire procedere ad azione di prevenzione e quindi riuscire anche a comprendere quale sia il rischio di infarto, per intervenire in maniera veloce ed efficace.

A tal proposito si ricorda che si può suddividere il colesterolo in 2 categorie: LDL e HDL. In genere nel momento in cui si parla di valori eccessivamente elevati del colesterolo, ci si sta riferendo a quello che viene comunemente chiamato colesterolo cattivo quindi LDL.

Mentre valori elevati di LDL possono rivelare il rischio che il grasso si depositi sulle pareti dei vasi sanguigni e quindi dovrebbero essere abbassati. L’HDL aiuta a liberare i vasi sanguigni dal suo antagonista, spingendolo verso il fegato in grado di smaltirlo.

In ogni caso, ciò che risulta veramente importante è il rapporto tra i due valori.

Valori normali e quando tenerli sotto controllo

A prescindere dalla certezza che tutti dovrebbero fare del loro meglio in ambito preventivo per il proprio stato di salute, per comprendere quando questo raggiunge dei valori eccessivamente elevati, occorre conoscere le soglie che non dovrebbe mai superare. Quindi il primo elemento da conoscere sono i valori normali di colesterolo, quelli che non destano sospetti. 

Si tratta di valori che dipendono sia dai fattori di rischio per quello che riguarda le malattie cardiovascolari che dall’età e dal genere del paziente. In linea generale la loro indicazioniavviene in milligrammi per decilitro.

Quando nel soggetto perfettamente sano non vi sono fattori di rischio allora i valori che si auspicano sono: colesterolo totale: ≤ 5,0 mmol/l; LDL: ≤ 2,6 mmol/l e HDL: ≥ 1,3 mmol/l per quello che riguarda la salute delle donne. Per gli uomini invece: ≥ 1,0 mmol/l.

Se invece la persona che si sottopone a misurazione presenta dei fattori di rischio, allora i valori dovrebbero essere comunque controllati da uno specialista. Quest’ultimo procederà andando ad esaminare quello che è il rapporto tra le molecole di colesterolo cattivo e quello buono, il quale risultato dovrebbe essere comunque inferiore a 3.

misuratore di colesterolo

Quando il rapporto tra le due molecole supera il valore 4 allora il rischio cardiovascolare è molto elevato. Alcuni soggetti dovrebbe procedere a misurazione in maniera periodica, per evitare un aumento del rischio di malattie cardiovascolari.

In particolare ci si riferisce a tutti quei soggetti che presentano altri fattori di rischio. In particolare ci si riferisce alla presenza di patologie come il diabete, disturbi a livello metabolico, obesità, soffrire di patologie o incidenti cardiovascolari, chi fuma e chi consuma alcool abitualmente.

Considerando il grande peso della genetica è altrettanto importate andare ad indicare nel caso in cui in famiglia vi siano stati episodi di infarto, ictus ovvero occlusioni a livello vascolare. Tali elementi sono da considerarsi importanti già a partire dai 20 anni, momento in cui il controllo del colesterolo si rivela importante per la prevenzione di altri fattori di rischio.

Inoltre si consiglia il controllo dei valori del colesterolo alle donne che hanno superato i 45 anni e agli uomini dopo i 35. Dopo i 65 anni, invece, controllare i livelli di colesterolo diviene superfluo in quando sono normali dei livelli più elevati, ma comunque non si rivelano fattore di rischio.

Come funziona il misuratore da utilizzare a casa

Grazie alle moderne tecnologie è ora possibile misurare il valore del colesterolo in maniera autonoma e semplice a casa. Quello che viene utilizzato per procedere a tale misurazione è un dispositivo sanitario semplice da utilizzare molto simile al misuratore della glicemia.

Dispositivi di piccole dimensioni, molto maneggevoli in grado di offrire in pochi secondi i valori di quella che è la concentrazione di colesterolo totale, senza distinguere però tra colesterolo cattivo e colesterolo buono. Una valutazione, quest’ultima che può avvenire solo tramite analisi del sangue.

Nonostante questo, il misuratore è in grado di indicare in maniera attendibile la tendenza all’ipercolesterolemia. In commercio è possibile anche trovare degli apparecchi multifunzione estremamente dettagliati che rimandano in maniera piuttosto precisa quelli che sono i valori di LDL e HDL.

La misurazione, in maniera specifica, avviene con il prelevamento di una piccola quantità di sangue dal polpastrello, che è stato preventivamente bucato con una lancetta pungidito. Si preleva dunque una goccia di sangue che una volta inserita nella fessura presente sulla striscia reagente, potrà essere letta dall’apparecchio in pochi secondi,

In genere il misuratore presenta un display, dove sarà semplice leggere i valori del colesterolo espressi in mg/dl. Nel caso in cui il valore rilevato superi i 200 mg/dl allora il consiglio è quello di intervenire rivolgendosi a uno specialista.

Scelta dell’apparecchio e vantaggi della misurazione home made

Il mercato dei dispositivi medici negli ultimi anni si è di molto ampliato, questo vuol dire che, sono diversi i misuratori presenti in commercio e saper scegliere è indispensabile. Per poter scegliere il corretto apparecchio, occorre innanzitutto prestare attenzione alla struttura dell’apparecchio, che è pressapoco uguale in tutti gli apparecchi.

Altro elemento da controllare è quindi l’affidabilità del dispositivo. Una caratteristica, questa che permette di avere la certezza di ottenere dei risultati che siano attendibili.

Inoltre l’apparecchio dovrebbe essere di facile comprensione, con un display semplice da leggere per il controllo dei valori che vengono rilevati. Si consiglia poi di informarsi su quella che è la reperibilità delle striscette per la misurazione e ovviamente un buon rapporto qualità/prezzo dell’apparecchio.

Per poter comprendere a pieno quanto sia importante la scelta del misuratore giusto per le proprie esigenze, è indispensabile anche conoscere quelli che sono i benefici del suo utilizzo, comodamente a casa. Innanzitutto per chi presenta dei seri fattori di rischio, viene eliminato il bisogno di recarsi in ambulatorio per il prelievo del sangue.

Grazie alla possibilità di misurazione a casa, si potrà procedere al controllo del valore del colesterolo in maniera costante. Inoltre si potrà procedere a misurazione in qualsiasi momento della giornata.

I moderni dispositivi sono talmente semplici che possono essere utilizzati veramente da chiunque e quindi tenendo sotto controllo i valori, si potrà procedere con un intervent0 veloce e mirato alla risoluzione del problema.

Abbassare i livelli di colesterolo

Nel caso in cui le misurazioni dovessero rivelare la presenza di un quantitativo di colesterolo eccessivo, è innanzitutto importante rivolgersi a un esperto. Quest’ultimo sarà in grado di consigliare l’intervento migliore per la risoluzione della problematica.

Oltre a questo, si rivela importante mettere in atto una serie di atteggiamenti che siano in grado di abbassare il valore del colesterolo, in particolare quello cattivo e innalzare la presenza di quello buono. Si consiglia, ad esempio, di non fumare.

Il fumo tende a ridurre le riserve di HDL, quindi del colesterolo buono, in grado di contrastare quello cattivo. Particolare attenzione si deve prestare all’alimentazione che deve essere sana e variegata.

Aumentare i consumo di frutta e verdura ed andare a sostituire il grasso di origine animale, con quello di derivazione vegetale. La salute richiede il sacrificio di rinunciare ad alimenti ricchi di colesterolo.

Tutto questo potrebbe non essere sufficiente, quindi è importante fare movimento. Se nonostante uno stile di vita corretto, il valore del colesterolo non accenna ad abbassarsi, si consiglia di chiedere allo specialista la possibilità di assumere dei farmaci.

Tali prodotti dovrebbero essere assunti solo a seguito di prescrizione medica e solo se il rischio di malattie cardiovascolari si rivela estremamente elevato.

Articoli correlati