Ficus carica: cos’è, proprietà e benefici

ficus gemmo totale proprietà

Il ficus carica è un antinfiammatorio che moltissime persone consumano per il proprio benessere sia fisico che mentale: si tratta di un preparato che contiene al suo interno dei principi attivi ottimi per il corpo. Quando si parla del ficus carica si fa riferimento al comune fico, che è una pianta originaria dell’Asia Minore, importata poi in Italia nel corso dei secoli ed oggi molto presente lungo l’intera penisola.

Il fico cresce in modo spontaneo in moltissime zone calde, sia del Mediterraneo che della California: le sue gemme si raccolgono nel corso della primavera, mentre per quanto riguarda i frutti, questi vengono raccolti quando sono maturi nel corso delle giornate più calde. Per raccogliere i frutti si devono aspettare le giornate più asciutte, e tagliare tutto il penducolo affinché vengano via facilmente.

Per quanto riguarda invece il nome di questo frutto così antico, il termine “FICUS CARICA” proviene dal latino e si traduce come “proveniente dalla Carica”, che sarebbe una regione dell’Asia Minore, ricca appunto di questo frutto ottimo. In effetti, il fico è uno dei frutti più antichi sulla terra, e moltissime civiltà antiche lo consideravano un vero e proprio dono degli Dei: nell’Antico Testamento, invece, rappresenta l’abbondanza.

Cos’è il ficus carica

Il fico è una delle piante più antiche che sono presenti sulla Terra, tanto è vero che i suoi benefici e le sue proprietà erano già note non solo ai latini, ma addirittura nell’Antico Testamento.

Grazie a questo metodo unico, infatti, è possibile ottenere una concentrazione finale davvero elevata all’interno del prodotto: sono moltissimi gli ambiti in cui si può applicare questo prodotto benefico. In primo luogo, il ficus gemmo totale è ottimo per la naturale funzione digestiva, ma anche per la regolarità del transito intestinale: si usa nello specifico per trattare dei fastidi intestinali, come quelli al colon, e per contrastare problemi di digestione nervosa.

Il prodotto è ottimo per la digestione nervosa in quanto agisce proprio sulla somatizzazione viscerale dell’ansia: sono moltissimi i casi in cui è proprio l’ansia a causare dei disturbi che coinvolgono il tratto gastrointestinale. In aggiunta a questo, il prodotto favorisce la normalizzazione nella produzione del succo gastrico, producendo una vera e propria azione lenitiva sulle mucose dell’intestino.

I benefici

Il ficus carica è quindi un prodotto che apporta moltissimi benefici al corpo, in quanto agisce per lo più sul tratto gastro intestinale e su tutti i disturbi che ne compromettono il corretto funzionamento.Tutti questi benefici sono causati proprio dal fatto che questo prodotto gode di una preparazione veramente unica: questi gemmoderivati contengono al loro interno il fitocomplesso intero delle piante.

Per preparare il prodotto si utilizzano solamente i tessuti meristematici freschi: si tratta dei tessuti embrionali che sono ancora in via di accrescimento, che vengono raccolti in primavera e lavorati nell’arco della stessa giornata. Tutti i prodotti raccolti vengono poi lavorati a freddo, al fine di estrarre e conservare integri tutti i principi attivi ed anche le sostanze nutritive che sono contenute all’interno dei tessuti embrionali delle piante.

Si tratta di prodotti potentissimi, in quanto da un kilo di tessuti meristematici si riescono ad ottenere addirittura dieci litri di prodotto concentrato. Ecco perché il prodotto si rivela così utile nel contrastare i numerosissimi fastidi e disturbi che interessano l’intestino ed anche la digestione.

Propriertà principali

Il fico è una pianta che ha sempre destato interesse nell’essere umano, che sin dai tempi antichi l’ha utilizzata per l’automedicazione, ma anche come nutrimento: oggi giorno, sono moltissimi gli studi che vengono effettuati su questa pianta presente addirittura all’interno dell’Antico Testamento. Per quanto riguarda la sua descrizione botanica, è possibile affermare che si tratta di un albero che ha una corteccia liscia e color cenere.

L’albero può addirittura raggiungere un’altezza di dieci metri, con una ramificazione sicuramente contorta ed anche estesa: quando si spezza uno dei suoi rami, fuoriesce del lattice che è acre, bianco ed irritante. Le foglie del fico hanno un lungo picciolo, ed ognuna di esse è divisa in lobi che hanno una forma ovale, una nervatura ben visibile ed anche un margine dentato.

La parte esterna della pianta è di colore verde ed è liscia, mentre la parte inferiore si distingue in quanto è più chiara e pubescente. Per quanto riguarda i fiori, essi sono dei ricettacoli a forma di pera e carnosi: questi diversi ricettacoli sono sovrapposti l’uno all’altro e si dividono in femminili e maschili.

Infine, per quanto riguarda il frutto, questo non è altro che il ricettacolo carnoso che prende il nome di fico, e che è la parte commestibile. Tuttavia, i veri frutti di questa pianta sono a forma di acheni e sono i piccoli semini che si trovano all’interno della polpa.

Come si usa il prodotto

Il ficus carica si rivela sicuramente un ottimo alleato quando si soffre di disturbi gastro intestinali, in quanto offre benessere sia all’intestino che allo stomaco. Tuttavia, per quanto riguarda la modalità di utilizzo del prodotto, è necessario fare molta attenzione, in quanto ci sono delle regole diverse per bambini, adulti ed anziani.

In primo luogo, si consiglia l’assunzione del prodotto da una a tre volte al giorno, in qualsiasi momento della giornata, ma preferibilmente a stomaco vuoto: per i bambini da uno a 3 anni, si consiglia 1,4 ml di prodotto, per i bambini da 4 a 6 anni 2 millilitri, per i bambini da 7 a 10 anni 3,5 millilitri, e infine 5 millilitri per gli adulti. Il consiglio è quello di diluire la quantità di prodotto da assumere all’interno di una tazzina di acqua calda o fredda.

Volendo, le tre dosi da assumere nell’arco della giornata possono anche essere assunte in un’una tranche: tuttavia, per avere dei risultati tangibili, è necessario assumere il prodotto ogni giorno per due mesi. Si tratta di un rimedio sintomatico, proprio perché sia la gastrite nervosa che il colon irritabile sono delle condizioni causate dallo stress e dall’ansia.

Per avere un maggiore benessere, si consiglia di seguire la cura con questo prodotto almeno due o tre volte all’anno.

Informazioni importanti

Ci sono moltissime persone che credono che il fico aiuti la pelle ad abbronzarsi in modo molto più veloce, ma si tratta solamente di una credenza popolare, in quanto all’interno della pianta non sono presenti acceleratori di melanina.

Per quanto riguarda le ultime proprietà del ficus, è possibile affermare che all’interno del prodotto, specialmente all’interno del lattice del fico, sono contenute moltissime vitamine diverse. È una cosa ormai risaputa che le vitamine sono essenziali al corretto funzionamento del corpo, in quanto collaborano in moltissimi dei processi biologici che avvengono all’interno dell’organismo.

Molti studi hanno poi affermato che il ficus carica abbia delle proprietà antispasmodiche ed antinfiammatorie: si tratta di proprietà ottime per contrastare il comunissimo gonfiore addominale. Inoltre, il macerato glicerico del fico sembra avere un’influenza su quelli che sono i centri nervosi: questo comporta una diminuzione nella produzione di gastrina, che è un ormone che si trova all’interno della mucosa gastrica e che secerne l’acido cloridico.

Fonti

https://it.wikipedia.org/wiki/Ficus_carica

Articoli correlati