Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Lipofilling seno (aumento del seno): cos’è, costi e risultati

Lipofilling seno - aumento del seno

Il quantitativo di mini-interventi estetici effettuati è notevolmente aumentato, soprattutto negli ultimi anni. Sono molte, infatti, le persone che decidono di sottoporsi a determinati interventi poco invasivi per migliorare la propria apparenza estetica.

Esistono diversi interventi estetici, solitamente dal prezzo modico, finalizzati a modificare l’aspetto di labbra, zigomi, glutei, addome e anche il seno. Questi interventi vengono eseguiti da personale sanitario qualificato, ed alcuni possono essere effettuati anche presso diversi centri di bellezza e benessere.

In questo articolo si prede in esame l’intervento che viene effettuato al seno conosciuto con il nome di lipofilling.

Che cos’è il lipofilling al seno

I progressi nel campo della chirurgia estetica sono notevoli e conosciuti in tutto il mondo. In particolare, la scienza medica si è impegnata particolarmente per realizzare interventi di miglioramento estetico che fossero sicuri, veloci e adatti a tutti.

Risulta essere una delle migliori tecniche della medicina estetica con la finalità di aumentare il volume di zone del corpo che appaiono quasi svuotate. Il lipofilling consiste nell’aspirazione del grasso corporeo, per poi reintrodurlo nelle zone desiderate, come funziona nel caso della pratica molto comune del filler.

cos'è il Lipofilling seno

Può essere un valido aiuto per migliorare numerose zone corporee, ma vede il suo impiego principalmente per aumentare di un paio di taglie la misura del seno. Il lipofilling al seno risulta essere tecnica notevolmente sicura, soprattutto se l’individuo che decide di sottoporsi a questo trattamento ha intenzione di modellare e aumentare il volume del seno ottenendo un effetto naturale.

Questa tecnica risulta essere anche l’alternativa più semplice e sicura all’utilizzo di protesi mammarie, molto spesso non compatibili con ogni tipologia di individuo. Si tratta, in poche parole, di una tecnica adatta a tutte le donne che temono un vero e proprio intervento chirurgico che prevede l’inserimento di corpi estranei.

Come si effettua il trattamento

L’intervento di lipofilling al seno risulta essere tra gli interventi più diffusi al giorno d’oggi, tra quelli che riguardano la chirurgia al seno. La procedura risulta essere molto semplice ed indolore, e i tempi di recupero relativamente brevi.

Viene, infatti, eseguito in regime di day hospital, e tra ammissione, ricovero e intervento vero e proprio si può considerare la durata in media di un paio di giorni. L’intervento vero e proprio, invece, salvo complicazioni ha la durata di due ore di orologio e viene effettuato in anestesia totale.

Per lipofilling, dunque, si intende un innesto di tessuto ottenuto mediante l’aspirazione di grasso che viene prelevato dalla stessa paziente. Il tessuto viene aspirato dove si trova in accesso tramite l’utilizzo di cannule molto piccole, quest’ultime collegate a siringhe più grandi che permettono che il tessuto prelevato sia iniettato, dopo alcuni minuti, nella zona che deve essere trattata.

La tecnica del lipofilling, concludendo, permette di utilizzare il grasso corporeo prelevato come se fosse un filler ad azione permanente, in grado di correggere piccoli, ma vistosi, difetti.

Rischi e pericoli

Nonostante si tratti di un intervento che non richieda l’inserimento di protesi, e quindi a bassissimo o nullo rischio di rigetto, il lipofilling al seno comporta dei rischi che non possono essere trascurati. Anche per questo motivo, infatti, sono poche le donne che decidono di sottoporsi comunque a questo intervento, ovviamente dopo essersi consultate con il proprio medico di fiducia.

Diversamente dalle mastoplastiche additive che prevedono l’utilizzo di protesi, la tecnica del lipofilling non è reversibile. L’utilizzo di protesi, infatti, permette di poter ritornare allo stato naturale del seno semplicemente tramite un intervento di rimozione. Con il lipofilling, invece, vengono utilizzate cellule adipose appartenenti alla paziente che si sottopone all’intervento, e non possono essere rimosse.

Un altro rischio legato all’utilizzo della tecnica del lipofilling è l’esito positivo non garantito. Come detto precedentemente, infatti, l’operazione consiste nell’aspirazione di cellule adipose presenti in diverse zone della paziente, come ad esempio dall’addome o dai glutei, per reinserire queste cellule adipose nelle mammelle.

Le cellule prelevate, però, perdono il loro naturale flusso sanguigno e la loro naturale vascolarizzazione, e non è detto che la ritrovino nella nuova zona in cui vengono collocate. È possibile, infatti, che queste cellule muoiano o vengano riassorbite, causando così l’inefficacia dell’intervento.

Risultati principali

Come detto precedentemente, la durata del risultato ottenibile dal lipofilling al seno è permanente. Questo intervento, infatti, viene eseguito prelevando le cellule adipose della stessa paziente, tramite prelievi eseguiti utilizzando aghi cannule microscopiche, iniettando nelle zone che devono essere riempite, in questo caso il seno.

L’efficacia dell’intervento non è da dare per scontata, in quanto è possibile che alcune delle cellule adipose che vengono prelevate e iniettate nuovamente, potrebbero essere riassorbite o essere smaltite naturalmente dal corpo. Le cicatrici inerenti a questa tipologia di trattamento, diversamente da quanto avviene utilizzando protesi, sono praticamente invisibili, in quanto l’intera operazione prevede l’utilizzo di aghi davvero molto piccoli.

Il motivo principale, quindi, per preferire questa tipologia di trattamento rispetto a tutti gli altri, è la duratura e l’inesistenza di cicatrici. Va ricordato, però, che si tratta di un’operazione dalla quale non è possibile tornare indietro, diversamente dall’opzione che riguarda l’inserimento di protesi, in quanto le cellule adipose nuove, una volta vascolarizzate correttamente, non possono essere rimosse.

Trattamenti

In linea generale è particolarmente indicata per trattare imperfezioni o inestetismi di piccolo calibro, come ad esempio per riempire rughe, per modificare lievemente gli zigomi e anche per riempire il seno. Il lipofilling al seno, in particolare, è indicato per alcune categorie di problemi ben distinti:

  • Piccole mastoplastiche additive: ricorrere al trattamento del lipofilling per aumentare il volume dei seni è stato vittima di una serie di discussioni a causa della probabile insorgenza di alcuni noduli calcificati, derivanti dal trattamento. Questo imprevisto non risulta essere pericoloso per la salute, ma può causare una sbagliata interpretazione di alcuni esami, come ad esempio le mammografie. Recenti studi, però, hanno dimostrato che è possibile evitare il crearsi di queste situazioni utilizzando dei macchinari di ultima generazione che possono rendere particolarmente facile la lettura degli esiti delle immagini diagnostiche.
  • Correzione delle deformità del contorno del seno: dopo una ricostruzione mammaria, che può avvenire sia per necessità estetiche sia fisiologiche, è possibile che restino aree che forniscono al seno contorni irregolari e naturali. Queste imperfezioni risultano essere facilmente visibili e quindi possono causare disagio fisico e psicologico alla paziente. Il trapianto di grasso, il lipofilling, risulta essere in questo caso la scelta ideale per correggere questo tipo di inestetismo.
  • Correzione delle asimmetrie mammarie, soprattutto se si tratta di un’evidente asimmetria.

Costi

Nonostante si tratti di un intervento di chirurgia estetica, non ha un costo elevato. Il costo può variare in base alla tipologia di intervento e alla motivazione legata alla richiesta di intervento.

Se si tratta di un lipofilling per migliorare l’apparenza delle protesi mammarie, il prezzo può aggirarsi intorno ai 2 000 euro. se si tratta invece di un intervento per ottenere un aumento consistente di volume del seno può arrivare fino a 6 000 euro.

Articoli correlati
rimedi contro la periartrite

Principali rimedi naturali la periartrite

I rimedi per la periartrite possono rappresentare un’ottima soluzione per riuscire a risolvere in modo naturale e progressivamente un dolore costante e davvero molto invalidante