Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Quante calorie si bruciano dormendo: valori e tabella

calorie bruciate dormendo

Anche mentre dormiamo l’organismo necessita di bruciare calorie, utilizzandole per tutte le attività che continua a svolgere anche mentre noi dormiamo, supportando in questo modo il corpo nel modo migliore e svegliandosi poi dopo un bel sonno rigenerante pieni di energie per affrontare la giornata nel modo migliore.

Per molti, sapere di bruciare delle calorie anche durante il sonno sicuramente rappresenta un vero e proprio sogni a occhi aperti, mentre li abbiamo chiusi! Ma è giusto anche calmare l’eccessivo entusiasmo, andando ad analizzare più da vicino in che senso l’organismo continua a bruciare calorie durante il sonno.

Supportando così l’organismo e aiutando il corpo e le cellule e rigenerarsi, per affrontare nel modo migliore una nuova giornata dopo le giuste ore di riposo, che sono sempre essenziali per permettere il funzionamento corretto di tutti gli organi, oltre che della propria mente.

Inoltre, il sonno gioca un fattore fondamentale per il benessere del corpo, oltre che per le energie e la produttività, dormire bene fa bene, influendo nel migliore dei modi anche sul metabolismo e sulla produzione degli ormoni. Quindi è vero che mentre si dorme è possibile dimagrire. È quindi necessario analizzare in modo attento differenti fattori, comprendendo in questo modo come si possono sfruttare nel modo corretto le ore di sonno per permettere non solo di migliorare la propria forma fisica, ma anche il metabolismo stesso, agendo anche sulle energie che abbiamo durante il giorno.

In media questo potrebbe essere il consumo medio di calorie mentre di dorme: 0,86 calorie all’ora per chilo di peso dell’organismo. Ecco qui una tabella riassuntiva per un soggetto di peso di 80kg:

Ore di sonnoCalorie bruciate
1 ora68,8 calorie
2 ore137,6 calorie
3 ore206,4 calorie
4 ore275,2 calorie
5 ore344 calorie
6 ore412,8 calorie
7 ore481,6 calorie
8 ore550,4 calorie
9 ore619,2 calorie

Mentre dormiamo si bruciano calorie

Il sonno, infatti, ricopre un ruolo fondamentale per la salute del cervello, delle cellule e degli organi. Dormire 7 ore per ogni notte, minimo, è importantissimo per riuscire anche ad arginare il rischio che si possano sviluppare pericolose patologie, come il diabete, ma anche l’obesità, aiutando il metabolismo a compire correttamente il suo compito.

Mentre si dorme, infatti, il corpo svolge un gran numero di azioni grazie al suo interminabile lavoro porta avanti alcuni fondamentali processi indispensabili per riparare le cellule e favorire in questo modo la corretta crescita, indispensabile quindi dormire bene il giusto numero di ore soprattutto per i più giovani, quando l’organismo è ancora in piena fase di sviluppo e crescita, evitando lo sviluppo di gravi problematiche.

Durante la notte, quindi, l’organismo continua a svolgere un gran numero di azioni e, per permettere che ciò possa accadere ha bisogno anche del giusto numero di calorie, che andrà ad attingere direttamente da ciò che è stato mangiato durante la giornata. Mentre il corpo si prende cura delle cellule, inoltre, il cervello si occupa di immagazzinare correttamente le informazioni accumulate durante il giorno, scartando ed elaborandole. Inoltre, molti studi hanno evidenziato anche una diretta correlazione tra l’aumento di peso e la mancanza di sonno, aumentando il dispendio energetico di una percentuale significativa nei casi in cui si riesca a dormire almeno più di 5 ore durante la notte.

L’importanza del sonno per il metabolismo

Infatti, il proprio corpo e, soprattutto, il metabolismo, si adattano perfettamente alle necessità fisiologiche del resto dell’organismo, e quando si sta troppo tempo svegli, si necessita di maggiore energia per riuscire così a supportare i periodi troppo prolungati di veglia. Per questa ragione, anche conoscere il proprio indice di massa corporeo è importante, comprendendo il modo migliore per mangiare e adattarsi a un miglior stile di vita magari.

Diminuendo il riposo notturno, è molto frequente che anche la massa corporea subisca un aumento, in quanto non permettiamo al metabolismo e all’organismo in generale di lavorare nel modo ottimale, soprattutto quando passiamo per lunghi periodi notti in bianco, che sono molto dannose per il corpo. Infatti, in queste condizioni aumenta anche l’ansia e lo stress a cui il corpo è sottoposto, peggiorando in questo modo anche la salute mentale e non solo quella fisica, in quanto lo stress porta direttamente anche a un aumento del cortisolo, conosciuto anche come l’ormone dello stress, che mette in allarme tutto l’organismo, aumentando anche l’ansia.

quante calorie si bruciano dormendo

Il cortisolo, inoltre, è una molecola che porta a numerose modifiche e campanelli di allarme all’interno dell’organismo, portando direttamente anche a delle modifiche del metabolismo stesso, peggiorando la salute e non consumando le calorie nel modo corretto, aumentando così anche il peso corporeo e non permettendo di ottenere le corrette energie da parte del metabolismo energetico.

I pericoli del cattivo sonno

Quindi, come si può dedurre dalle considerazioni fatte fin ora, dormire male non farà solo sentire maggiormente la stanchezza, ma porterà anche dei danni molto profondi all’interno dell’organismo che, non riuscendo a riposare nel modo corretto, prenderà le energie di cui ha bisogno da un’altra parte, quindi nel cibo, portando anche ad aumentare il senso di fame.

Per sapere quante calorie si bruciano dormendo, è importante comprendere quanto può incidere anche il ciclo del sonno sul dimagrimento e sul metabolismo stesso. Infatti, dormire porta l’organismo a un continuo di ricerca di calorie ed energie, per svolgere tutte le sue funzioni che avvengono mentre dormiamo, bruciandone in questo modo un numero significativo.

Però è importante sottolineare che il numero di calorie che bruciamo quando si dorme non sarà mai paragonabile a quelle che vengono bruciate durante il giorno e quando si svolgono le classiche attività durante la veglia. In linea di massima, è possibile dire che la quantità di calorie bruciate nel sonno possono dipendere dal peso della persona, rapportare alle ore di sonno dormite in media per notte e alla sua temperatura corporea basale, indispensabile per riuscire a calcolare correttamente il funzionamento del suo metabolismo.

Inoltre, anche la temperatura della stanza stessa può rappresentare un utile supporto per riuscire a migliorare la quantità di calorie che vengono bruciate. Infatti, tenendo la temperatura nella stanza bassa il corpo brucerà un maggior numero di calorie per ore di sonno, aumentando il dispendio stesso di calorie.

Come bruciare più calorie mentre si dorme

Ci sono diversi fattori, inoltre, che permettono di bruciare un maggior numero di calorie durante la notte quando dormiamo, mentre privandoci delle corrette ore di riposo, i livelli di leptina all’interno dell’organismo si abbasseranno. La leptina è un ormone molto importante, che viene prodotto dalle cellule di tipo adiposo e sono necessarie per riuscire a ridurre correttamente il senso dell’appetito dopo che si mangia un pasto.

In questo modo, abbassandosi la leptina si alza la grelina, che viene prodotta dalle cellule site al fondo dello stomaco, responsabile di stimolare invece il senso di fame e l’appetito nel modo corretto. Se questi ormoni si alternano e funzionano correttamente, sarà più difficile percepire la fame nervosa, che invece è molto più frequente nei soggetti che hanno dei problemi correlati alla qualità del sonno.

Approfondimento

Dormendo poco, quindi, si sentirà anche molto di più la fame, in quanto l’organismo non riuscirà a regolare nel modo corretto la sua produzione ormonale. Inoltre, mangiando nel modo corretto si riuscirà anche ad attivare il metabolismo, soprattutto se ci aiutiamo con la buona alimentazione e uno stile di vita sano, bevendo anche correttamente i liquidi, soprattutto te e tisane, che ci possono aiutare ad eliminare nel modo migliore le tossine.

Anche l’attività fisica quotidiana è un prezioso supporto, conciliando anche il sonno, senza sottovalutare l’ambiente in cui viviamo, che dev’essere pulito, con una temperatura ottimale e ben areato durante il giorno, oltre che silenzioso di notte e ben illuminato di giorno.

Calorie bruciate, sonno e temperature

Un segreto per riuscire a bruciare correttamente il maggior numero di calorie durante la notte è quello, appunto, di abbassare la temperatura della stanza da letto, questo potrà sicuramente aiutare ad aumentare il metabolismo, mantenendo bassa la temperatura stessa del corpo. Quindi, come visto in questo articolo la corretta qualità del sonno è indispensabile per riuscire a migliorare anche il metabolismo, accelerandolo, sfruttando in questo modo anche la notte per riuscire a bruciare le calorie nel migliore dei modi. Mangiare leggeri la sera rappresenta quindi un fattore essenziale per non appesantirsi prima di andare a dormire.

Quindi, la sera è consigliato consumare le proteine e, durante il giorno, allenarsi quotidianamente, anche in modo leggero, per aiutare in questo modo il proprio organismo a svolgere in modo ottimale tutte le sue funzioni. Quindi, non è proprio vero che basta dormire per riuscire a bruciare le calorie durante il sonno. Infatti, il corpo dev’essere mantenuto attivo anche durante il giorno per riuscire di conseguenza che la notte rappresenti un momento di recupero, permettendo così il corretto funzionamento del metabolismo, mantenendolo attivo e accelerando tutti i processi necessari durante la notte a supportare correttamente la crescita cellulare, riparandole e aiutando anche l’attività mentale.

Inoltre, anche il sogno è un fattore essenziale, in quanto non tutti durante la fase rem stanno perfettamente fermi, tralasciando che qualcuno parla addirittura. Durante la notte tutto il nostro corpo è in funzione, la pelle si occupa della produzione del collagene e anche la bocca spesso si muove.

L’organismo non si ferma mai

Il corpo, quindi, non si ferma proprio mai anche se noi stiamo dormendo profondamente continuando quindi a bruciare calorie, seppur una quantità minore rispetto a quando siamo svegli. Secondo una media si bruciano durante la notte 0,40 calorie ogni ora, in rapporto a mezzo chilo di peso; quindi, il proprio peso va moltiplicato per le ore di sonno dormite e, in questo modo, si riuscirà a fare una stima delle calorie bruciate in modo approssimativo.

Quindi, qualcuno durante le corrette ore di sonno potrebbe anche riuscire a bruciare il corrispettivo di una corsetta leggera senza fare alcun tipo di attività fisica. Infatti, il corpo non ha per forza bisogno di muoversi per bruciare calorie, in quanto la sua attività non si ferma mai, anche quando noi sogniamo.

Una delle fasi fondamentali del sonno, quella Rem, è considerata la più profonda del sonno e permette all’organismo di rigenerarsi nel modo corretto, oltre che essere il momento del sonno durante la quale secondo le ricerche vengono anche bruciate più calorie, soprattutto a causa dell’elevata attività della mente durante questo momento. Il cervello, infatti, nella fase rem del sonno è particolarmente impegnato a bruciare glucosio, una quantità maggiore rispetto a tutte le altre presenti durante il giorno, aumentando di conseguenza anche la pressione del sangue e la frequenza del battito cardiaco. Così anche il metabolismo sarà più veloce e si bruceranno più calorie.

Ci sono vari fattori che portano a bruciare più calorie durante il sonno, infatti, di notte il corpo lavora per riparare i danni, rinnovare le cellule, far crescere unghie e capelli, migliorare l’aspetto della pelle attraverso la produzione di collagene e supportare anche la crescita muscolare, soprattutto se ci si allena con i pesi durante il giorno. Inoltre, la ripresa notturna in seguito a un allenamento molto intenso è fondamentale per riuscire a migliorare la salute dei muscoli, che in questo momento di riposo si riprendono dal dispendio energetico.

Anche la digestione è fondamentale, in quanto ciò che è stato mangiato viene scomposto per essere utilizzato. Anche il metabolismo basale è un fattore da tenere in considerazione, che è differente per ogni persona e determina il quantitativo energetico necessario a ogni persona per compiere le differenti attività nell’arco della giornata, soprattutto quelle basali come respirare, la circolazione del sangue e il corretto funzionamento di tutti gli organismi.

Come migliorare il sonno

Il metabolismo basale si determina in base al peso, ma anche alle attività differenti che si compiono durante la giornata, oltre che le ore di sonno che si dorme durante la notte. Per questa ragione, la qualità del sonno è un fattore assolutamente da non sottovalutare, dalla quale dipendono numerosi fattori e il benessere generale dell’organismo.

Per questa ragione, seguire uno stile di vita sano ed equilibrato è essenziale per riuscire a dormire nel modo migliore, evitando inoltre anche pericolose carenze alimentari e lo sviluppo di patologie anche molto pericolose. Fortunatamente, per supportare il sonno esistono numerosi integratori alimentari completamente naturali, come vari esercizi per la respirazione e per supportare il rilassamento, che possono aiutare anche i soggetti ansiosi che fanno più fatica a prendere sonno, migliorando in questo modo la qualità e il benessere. del proprio organismo a 360°.

Articoli correlati