Profumi uomo: come scegliere quello giusto

profumo uomo come scegliere quello giusto

La scelta di una fragranza è davvero molto importante. Ogni individuo con il suo profumo vuole comunicare sensazione e personalità. Inoltre utilizzare il profumo indica una maggiore cura e pulizia di se stessi.

I profumi da uomo hanno diverse caratteristiche e non è sempre facile poiché è una scelta molto soggettiva ed è influenzata anche dalla conoscenza o meno delle diverse fragranze. Uno studio rileva che il profumo identifica a tal punto che preannuncia l’arrivo di un individuo e ne prolunga la presenza una volta che il soggetto se ne va.

Le componenti dei profumi da uomo e da donna

Tutti i profumi che siano da uomo o da donna hanno delle caratteristiche particolari che ne identificano poi l’unicità. Le famiglie olfattive sono un fattore oggettivo che viene associato ad un profumo in base agli ingredienti che lo compongono. Esistono 7 famiglie olfattive identificate dalla Societe Francaise des Parfumeurs, anche se con la crescita esponenziale del mercato le famiglie olfattive sono in aumento. Le 7 principali che sono riconosciute sono:

  • muschiati: sono tutti quei profumi che usano note amare e secche che danno l’idea dell’odore del tabacco o del cuoio;
  • ambrati: sono profumi che sono molto usati dai soggetti si sesso femminile e che si contraddistinguono per noti dolci e fiorite di lunga persistenza come la vaniglia, il muschio, i legni esotici e l’ambra grigia;
  • agrumati: semplice, sono tutti quei profumi che hanno fragranze che ricordano il limone, il bergamotto, l’arancia, il pompelmo, il mandarino o il lime;
  • fougere: sono profumazioni tipicamente maschili realizzati unendo diversi ingredienti come il legno, il muschio, la lavanda o la cumarina, questi elementi creano un odore fresco e amarognolo;
  • floreali: sono i profumi che utilizzano un fiore o un bouquet e sono molto ricercati da chi cerca note dolci generalmente sono rosa, viola, mughetto o gelsomino;
  • legnosi: punto cartine dei profumi da uomo e sono ottenuti con una mistura di legni pregiati come il cipresso, il pino, il sandalo e il cedro;
  • chypre: la profumazione prende il nome dalla profumo di Francois Coty che realizzo un profumo per omaggiare la flora dell’isola di Cipro, vengono usati ingredienti come patchouli, cisto labdano, muschio di quercia e altri, questa mistura realizza una fragranza avvolgente e acuta.

Come capire le diverse note del profumo da uomo perfetto per ogni individuo

Avvertire un odore è un processo che avviene in veri momenti e le molecole che si sentono sono volatili quindi di rapida percezione. Infatti, le fragranze colpiscono in un primo momento per dare un piacere breve ma intenso poiché i recettori del cervello non reagiscono più.

Successivamente vengono poi catturate quelle molecole che in un primo momento sono state occultate da quelle note più intense. Per finire ci sono quelle note di molecole che affiorano solo dopo ore e sono in realtà quelle lenti e persistenti.

profumi uomo quale scegliere

Questi tre momenti degli odori sono noto olfattive e vengono divise in: note di cuore, note di testa e note di fondo. Le note di testa sono tutte quelle date da minuscole molecole che svaniscono in fretta come quella dello zenzero e degli agrumi vengono anche chiamate note capitali.

Le note di cuore sono quelle che vengono sentite subito dopo che quelle di testa sono evaporate e sono generalmente quelle che si percepiscono durante la giornata e sono fresche e morbide. Sono chiamate anche note centrali. Infine, ci sono le note di fondo che uniscono tutti gli elementi che compongono un profumo e durano in molti casi fino al giorno dopo.

Le profumazioni da uomo in base alla percentuale di olii essenziali

Per concludere le componenti dei profumi si differenziano anche per la quantità degli oli essenziali. La concentrazione degli olii essenziali è cruciale per determinare l’intensità delle profumazioni. Il profumo è una mistura di acqua alcol e olii essenziali e in base alle loro percentuali si classificano in eau de parfum, eau de toilette, eau de Cologne e eau de fraiche.

  • L’eau de parfum si caratterizza per una presenza massiccia di note di cuore e di fonde, ha una presenza maggiore di olii essenziali e in commercio ha un prezzo più alto.
  • L’eau de toilette contiene una concentrazione di olii essenziali inferiori ed è caratterizzata da un’elevata presenza di note di testa. Sono tra i profumi più acquistati poiché hanno un prezzo inferiore rispetto al eau de parfum.
  • L’eau de Cologne ha una concentrazione anche più bassa dell’eau de toilette e anche in questo caso sono presenti di più le note di testa.
  • L’eau fraiche che letteralmente significa proprio acqua fresca ha una presenza davvero molto bassa di olii essenziali. Sono utilizzati prettamente in estate proprio per la loro percezione di freschezza. Hanno un buon rapporto qualità prezzo e si trovano spesso in commercio sotto forma di acqua profumata. Infatti, spesso si possono trovare anche profumi di noti brand proprio con questa denominazione che indica proprio una fragranza più leggera.

Infine ci sono proprio gli olii essenziali che sono caratterizzati da una profumazione molto intensa e va utilizzata proprio in gocce.

Le profumerie e sul web si trovano una quantità impressionante di profumi da uomo. Il profumo identifica una persona e molti individui scelgono fin da ragazzi il proprio profumo che caratterizza la propria personalità.

La stessa cosa vale per le donne. Ci sono brand più alla moda come Chanel, Armani, Gucci, Burberry o D&G. Si differenziano per le proprie profumazioni legate molto all’immagine delle proprie collezioni, ad esempio Dolce e Gabbana e Giorgio Cavalli hanno delle note più estrose.

Mentre le profumazioni di Armani e Calvin Klein hanno delle note più sobrie ed eleganti. In ogni caso al di là del brand e dalla notorietà dello stesso, scegliere un profumo è una questione molto soggettiva.

I profumi per uomo più venduti e ricercati

I profumi uomo più venduti sono certamente quelli dei marchi che negli anni hanno sviluppato delle fragranze inconfondibili e che hanno all’interno delle loro collezioni anche dei veri best seller, si pensi solo a Chanel. In ogni caso dipende molto dalla fascia di prezzo.

I maestri profumieri sono artisti dell’olfatto e come tali cercano sempre di realizzare delle fragranze che siano ricercate e uniche. Da qui scaturisce poi il prezzo di ogni singolo profumo: più sarà ricercato il bouquet di odori più il prezzo del profumo sale.

I brand che rientrano in un prezzo che possa ritenersi accessibile sono Laura Biagiotti, Davidoff e Calvin Klein. Ma recentemente si è fatta strada una nicchia di mercato che è quella dei profumi uomo luxury.

Sono spesso realizzati con metodo classico tramite distillazioni tradizionali e/o artigianali con ingredienti naturali senza riproduzioni chimiche. Una bottiglia di profumo da uomo luxury può arrivare a costare circa 200€ il formato da 50ml un esempio è il Creed.

Come e dove spruzzare il profumo

Le donne notoriamente utilizzano più profumo rispetto agli uomini, basta pensare che tendono a nebulizzare anche tra i capelli. Per quanto riguarda i profumi da uomo bastano tre semplici spruzzi, o gocce se si usano le essenze.

Quindi sono generalmente due nebulizzazione ai lati del collo, preferibilmente quasi dietro le orecchie dove la pelle è più sottile e sui polsi. Il consiglio di non esagerare con la nebulizzazione del profumo da uomo perché di per sé il genere maschile porta con se già altri odori come ad esempio quello della schiuma da barba e del dopo barba oppure per chi porta la barba lunga gli olii.

Altro piccolo consiglio è dedicato ai fumatori, infatti se si vuole coprire l’odore del tabacco si può prendere in considerazione di nebulizzare lo stesso sui capi d’abbigliamento. Ovviamente si deve essere attenti a non macchiare il capo e a verificare la quantità di alcol presente.

In inverno invece si può pensare di nebulizzare il profumo anche sui cappotti qualche ore prima di usci in modo che si assorbi e si asciughi, il consiglio e di non effettuare la pratica per più di due volte alla settimana.

Articoli correlati