Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Pedicure estetica: cos’è e come funziona

come funziona e a cosa serve la peducure estetica

Se, molti anni fa, le donne tendevano a curare solo le unghie delle mani, effettuando diversi trattamenti per allungare le unghie e decorarle, al giorno d’oggi sono molte di più le donne che preferiscono effettuare un pedicure estetico o curativo piuttosto che la manicure.

Farsi curare e coccolare i piedi, infatti, può risultare essere molto rilassante e benefico. Questo trattamento viene effettuato da molto tempo, e gli appuntamenti presso i centri estetici per curare la salute e l’aspetto delle unghie dei piedi risultano essere molto più diffusi nel periodo estivo.

Nessuna donna, infatti, intende rinunciare ad indossare un paio di sandali o di scarpe aperte, soprattutto quando aumentano le temperature.

Cosa si intende per pedicure estetica

Per pedicure estetico si intende una tipologia di pedicure secondo la quale si cura solo l’aspetto estetico delle unghie. In questo caso, infatti, le unghie non presentano alcuna alterazione o problema, come ad esempio micosi o unghie incarnite. In questo caso, quindi, si procede effettuando una pedicure molto semplice, durante il quale si effettua una limatura delle unghie seguita dalla stesura di uno o più strati di smalto.

Pedicure estetica - cos'è e come funziona

In questo caso, infatti, verrà effettuato un pediluvio in acqua tiepida, avverrà una pulizia generale dell’unghia e delle cuticole, verranno rimossi gli smalti o gli smalti semipermanenti già presenti sulle unghie, i piedi verranno massaggiati con spatole o spugne, verranno limati eventuali calli e in seguito si procederà con il taglio delle unghie e con la colorazione delle unghie del colore scelto dalla cliente.

Come per quanto riguarda la manicure, anche per la pedicure è possibile scegliere diverse tonalità di colore o di effettuare disegni e ricami sulle unghie. Il processo, però, potrebbe essere molto più lungo ed è possibile che il trattamento venga a costare di più a causa dell’elevato numero di prodotti utilizzati.

Pedicure curativa

Il pedicure curativo invece, risulta essere molto simile a quello riguardante il pedicure estetico, ma i prodotti utilizzati sono diversi ed esistono anche, ovviamente se necessari, alcuni passaggi in più. Solitamente, il pedicure curativo è dedicato alle persone che soffrono di duroni, geloni o calli che non riescono a togliere.

In questo caso, quindi, dopo il semplice pediluvio, i piedi verranno immersi in una soluzione disinfettante e calda per far ammorbidire ulteriormente la cute ed evitare che verifichino infezioni. I calli e i duroni, in seguito, verranno levigati e tagliati, per poi essere medicati.

Diversamente dal pedicure estetico, la persona che si sottopone al pedicure curativo può anche decidere di non colorare le proprie unghie dei piedi. Questa tipologia di pedicure, infatti, è dedicata alla cura, non all’estetica. Se la persona sceglie di colorare le proprie unghie, dopo aver ricevuto il pedicure curativo, è possibile che debba pagare un prezzo più alto per l’ulteriore servizio ricevuto.

Strumenti fondamentali

Quali sono gli attrezzi necessari per effettuare correttamente un pedicure estetico? Gli attrezzi risultano essere molto importanti, e per questo motivo potrebbe essere utile imparare a riconoscerli e a sceglierli in base alle proprie esigenze prima di cimentarsi nella realizzazione di un pedicure estetico. Esistono diverse tipologie di attrezzi, che ovviamente variano a seconda da dove ci si reca per effettuare il trattamento.

Gli attrezzi indispensabili, ovvero quelli presenti ed utilizzati in tutti i centri estetici, sono: limetta, tagliaunghie, forbicine, lime per levigare i calli, pietra pomice, bisturi o bastoncino di legno per sollevare e rimuovere le cuticole, fresa elettrica per rimuovere lo smalto precedente, smalti in gel, separa dita per stendere lo smalto, lampade UV di diversa grandezza, cotone, dischetti, acetone, gel per massaggiare le cuticole, disinfettante, sapone per la pulizia dei piedi e, ovviamente, asciugamani monouso.

Gli attrezzi, dopo aver effettuato il pedicure estetico, devono essere accuratamente sterilizzati e, dove possibile, smaltiti, per prevenire l’insorgenza di infezioni o funghi di origine batterica.

Come si effettua il pedicure estetico

Le azioni da compiere per eseguire correttamente un pedicure estetico sono molto semplici, ma decisamente importanti. È possibile racchiudere tutta la procedura in cinque step, che possono essere seguiti alla lettera da chiunque e che possono essere perfezionati dedicandosi molto spesso all’arte della pedicure.

Prima di tutto, il passaggio preliminare per eseguire una buona pedicure estetica prevede la rimozione di eventuali smalti già presenti sulle unghie dei piedi, attraverso l’uso di un solvente apposito che solitamente risulta essere l’acetone. Il primo passaggio prevede l’ammorbidire la pelle mediante un pediluvio. È consigliabile, quindi, lasciare i piedi immersi in acqua tiepida per almeno quindici minuti, aggiungendo volendo degli oli essenziali o altri prodotti specifici, in modo tale da semplificare il processo di rimozione di eventuali calli o duroni.

In seguito, verrà eseguito un massaggio mediante l’utilizzo di scrub utile a rimuovere le cellule morte e riattivare la circolazione. In seguito, se necessario, verrà effettuata una levigatura delle zone callose del piede mediante l’utilizzo della pietra pomice accuratamente sterilizzata o mediante l’utilizzo di lime abrasive studiate appositamente per questo scopo, garantendo come risultato piedi morbidi e lisci.

In seguito, si proseguirà sistemando le cuticole, spingendole verso l’alto tramite l’utilizzo di un attrezzo o con un bastoncino di legno. Dopo aver spinto le cuticole, si potrà sistemare la lunghezza e la forma delle unghie tagliandole e limandole. In seguito, bisognerà applicare una crema altamente nutriente sui piedi. Dopo aver effettuato tutte queste procedure, sarà possibile procedere alla stesura del gel, secondo le proprie preferenze.

Benefici della pedicure

Nonostante si tratti di una pratica legata principalmente all’estetica, i benefici legati al pedicure estetico sono notoriamente riconosciuti. Prendersi cura del proprio corpo, piedi compresi, risulta essere un modo per rilassarsi e stare bene con se stessi, in quanto è risaputo che non c’è niente che fa star meglio dell’essere in pace con il proprio corpo.

Volendo tralasciare la situazione psicologica, effettuare una pedicure, estetica o curativa che sia, fa bene anche al corpo. Prendersi cura dei propri piedi, meglio se tramite l’assistenza di uno specialista, può migliorare notevolmente lo stato di salute della persona, e può evitare che si creino situazioni spiacevoli che riguardano i piedi, come la comparsa di unghie incarnite, di micosi o di calli particolarmente dolorosi.

Tempistiche

Molto spesso ci si chiede ogni quanto è consigliabile effettuare un determinato trattamento estetico. Per quanto riguarda la pedicure, la scelta ricade proprio sui piedi. È importante, infatti, considerare la crescita dell’unghia, in quanto le unghie dei piedi, se fatte allungare e trascurate, possono causare dolore quando si cammina.

Solitamente, è consigliabile effettuare il trattamento della pedicure almeno una volta al mese, anche se le donne, soprattutto d’estate, tendono a sottoporsi molto più spesso a questa pratica, anche ogni dieci giorni, sia perché le unghie crescono più velocemente, ma anche perché ci si stanca molto velocemente del solito colore di smalto.

Articoli correlati